Vanvera.

Orgoglio Vuoi Morire.

Ma Io Non te lo Permetterò.

Come se Fossi il tuo Ospizio.

Ti Sbrino Attraverso le Inchieste.

E le Rassegnazioni.

Non Pretendo sia Schiuma.

Od Omogeneizzati.

Quel Carrello Sgretola la Spesa che Manca.

Ma Non Importa che il Mercato sia Super.

Sono Fragili Corridoi Umani.

E Scaffali in Tetris d’Angoscia.

La Fame con il Bollino dello Sconto,

Evidenzia Percentuali Nemiche.

Iridescenti.

Ti Resisto Finché lo Sopporto.

Se Cerchi Infallibilità Non la Troverai.

E Non Prometterai Più Vanvera.

Poiché Manca di Proiezione.

Abito Solo la Mia Barba.

Scrutando Fra l’Opacità.

E Ci Ripercorriamo a Volte.

Da Fedeli Corridoi Umani.

Da Scatole di Memorie in Pile di Anni Scorsi.

Passati.

Quando Mi Dai Aspartame.

E Controindicazioni.

Mentre Vige il Senso Unico.

In Mezzo a Tutti i Miei Umili Veti.

Sorridono Zanne.

Arrancavi di quel Poco che Non è il Mio.

E di Pistole.

Edulcoravi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s