Rettilinermi.

Potrei Trasparire come Infesto.

Fondamentalmente Dio Divora.

L’Indifferenza Non Lascia Superstiti.

E Se ti Danno l’Ok ti Senti Tale.

Per Dare Comunque in Pasto il Meglio di te.

Se Fosse Stile me ne Accorgerei.

In un’altra Vita Continueremo ad Amarci.

Bramando lo Spessore Inedito.

Effervescente dalle Bestemmie,

Sgomito Di e Per Te.

Perché È nell’Esistenza che Ti Voglio.

E Vestito di Marcio Ti Chiedo se ci Sei.

Gli Occhi come Pesci quando Biascico Debole.

Smagare Non è che un’altra Paranoia.

E Mi Peschi con l’Amo di Chi Mi Vuole per Davvero.

Massacrando il Denso di Noi,

Tutti i Martedì Pretendono Troppo.

Dopotutto Siamo Pochi Indefessi.

E come Brace di Me.

Vi Concludo.

Desertificandovi.

Macinando Rettilinei Inermi.

Non Sprecherò più Vanità.

Nel Solaio degli Abissi.

Le Gronde Ottengono il Peggio.

Vincere Sempre Comporta Esserne all’Altezza.

Se Invece di Sparare Sentenze Vi Sparaste in Testa?

La Paura di Ricevere quello che Noi Stessi Diamo,

È Grande Più delle Pretese Stesse.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s