Malminore.

Comincio a Riavermi.

E mi fa Schifo che sia Solo mercoledì.

Ottenebrante questa Vostra Parlantina.

La Percorro.

Come se Non fosse Neanche un po’ Mia.

Nulla ti Appartiene per davvero.

Quando si Arriva Ovunque,

con Tutta la Grinta e la Rabbia Giovanile.

È un Momento così.

Schivando forse il Mal di Testa,

Subentra il Torcicollo.

Il Destino è Tenace.

Si tratta di Trasformare i No in Opportunità.

Seppur di Essere Fighi,

qua Non se ne parla.

Cannibalizzerei ogni Maledetto Istante.

Ritrovarsi comunque un po’ Indifferenti,

potrebbe Funzionare.

Mentre Fuori Non Smette di Piovere.

Mi Aspettavo di più da questa Umidità.

Abbietta e Macabra.

Insegui Corridoi Troppo Scontati.

E Prova a Darmi Pignoleria.

Sono Solo più Trasandato del solito.

Dovrei Esserci Meglio.

Anche il Male Minore diverrà Adulto.

Catturerò i Mostri della Tua Infanzia.

Se dovesse Mai Mancarti la Cura, Io ci Sarò.

Ti Infondo quel Rock in Surplus.

Fra vestiti Imbarcati,

Intrecceremo il Nostro Tempo.

Capisco che Sei Fuori di Me.

Come qualcuno che Spesso se ne Frega.

Se Solo mi Ascoltassi,

Potrei Interessarti di più.

Dovrei Propormi Risollevato.

E Svegliarmi come Ogni altro Giorno.

Ma Senza Pochezza.

Lei mi chiede come mi Sento quando Sono Debole.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s