Fiorfiore.

Sbigottirai l’Estasi che Nascosta Rimane.

Sei Cruda in mezzo a Tutto.

Racchiudi la Bellezza che mi riguarda.

L’Album dei Tramonti.

Mi Filtra Attraverso.

E gli Annebbiamenti Dovuti.

Rilasciano un Mare che Tergiversa.

Quasi Nulla funziona come Vuoi.

La Testa stacca Assegni che il Corpo Non può Onorare.

È un luogo Sbagliato forse.

Vorrei Trovarti fra le Centinaia di Ribalte.

Sulla via dell’Ambìto Ripiglio.

Sei il Branco da Lupo Solitario.

Ti Acciglierai per il Solito Nonnulla?

Le Cose più Semplici, lasciano Buchi Enormi.

Il Fior Fiore di ogni Stress.

Con le Pupille da Tristezza Emotiva.

Di Daltonismo nei Nostri Arcobaleni.

Non ci sono Scorciatoie nell’Attendere.

Resto Perifrastico in Sostanza.

E mi Traghetto a Vuoto.

Non Posso fare altro che Chiedere di Te.

Reinventare chi Ero.

Non Resterò Inerme dinnanzi a Tutto questo Tuo Incanto.

E nel Rock in cui ti ho Vista,

Non mi Confondo Mai.

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s