Boa.

Nell’Irradiarti non mi Appassiono Mai.

Per Tutte le Scorciatoie che ti ho Negato.

Come Puoi essere Sempre così Maledetta?

Il Successo in Cambio di uno Stomaco Vuoto.

Sei l’Opposto del Morbo di Paganini che ho.

Mentre mi Infilzi di Ingiustizie.

Trasuda Obsoleta ogni Psicosi.

Ed abituarsi a Paure Disadorne.

Denigrare Fiaccamente le Ferite.

Per Dissolversi in princìpi Stupidi.

Come Cow-Boy dell’Istinto.

Ne farò Rodeo di Te.

Gli Speroni Non ci Ammaliano più.

Ma sei Vigliaccamente Tu in fondo.

Contro i miei Tamburi di Vendetta.

Le Schiere dei Malumori che Assorbo,

Ancorano Muffe Mal riposte.

Restando Corallo per la tua Preziosità.

Ci si Inchina alla Marea Quantistica delle cose.

Quanto Squallido c’è nel va Bene così?

Le sale d’aspetto Prive di Diagnosi.

E il Tuo Vomere spartisce il Bello e il Brutto.

Prova a Salvarmi da questa Vita.

Dalla Malinconia.

Dalla Miseria di Spirito.

Mentre Galleggio ancora un po’.

Non Temo più Nulla.

Le Band Muoiono.

Ma il Rock è per Sempre.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s