Idiofono.

E la Gramigna che si spera Debellata.

Morde le Ore di qualche Zolla Speciale.

Ridammi la Mia Fortuna in Contromano.

Per Brillare di Voti scolastici Scadenti.

E far in modo di Cospargere Siccità.

Vorrei ti Deprimessi solo per Me.

Ma nel Denso si Deteriora l’Immagine del Noi.

I Crismi Dolenti a volte.

E sacche gengivali usate Solo con Te.

Il Cellophane vergogna del Post-Moderno.

Schianti di Ceramica di Settimane nell’Inox Imbrunito.

Di quando ti rivedo mezza Tentacoli e un quarto Mobbing.

Amor Proprio Gonfio di Spassosa Indifferenza.

Quanta Carie evitabile con il Senno di Poi.

Assisto al Disarmo dello Stucco.

Provando Lievito per Calci e Malte.

Ed Io ti Maledico diversamente da come faccia Tu.

Ci Metto qualche Rovo in più.

Qualche Strappo Eccessivamente Recente.

Pullula di Trame Scoperte e Delicate.

E lasciano un Vuoto Cotonato.

Una Macumba.

Sul tavolino da Thè del tuo Salotto.

Rabbia Repressa.

Sigarette Infinite.

Carillon di Vendetta.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s