Mastodonte.

Oggi, non ne ho Davvero la Forza.

Solo la Musica sfoglia le Pagine.

Mastodontiche.

Di ieri.

Che non ne avevo Proprio Voglia, invece.

E smuove il Magma delle Profonde Delusioni.

Delle Insoddisfazioni di Mesi di Stenti.

Quando si è una Famiglia,

non ci si sopporta Mai.

Ciotole con una Forma diversa da ciò che devono contenere.

Le Radici smussate.

Troppo corte.

E i Riflettori.

Decidono che Tu non abbia un’Ombra.

Debosciati.

Lasciati.

Andare.

Rattristati dai Duecentoventi Volt dell’Alternata.

Competono.

Con i cavi del telefono.

I quali Fingono di Unire il Mondo.

Nostro.

Ignorante giorno per giorno.

È sempre un Eccesso di Ortiche.

Perché la neve.

Ispira il Peggio di Me.

In un lasso così Breve.

Implacabile.

Cercando di Gestire ogni giro d’Elica.

Inopportunamente Antiorario.

Oltreoceano.

Le Truppe di cassette per la posta.

Schierano le frasi dei Giornalisti.

I Titoli.

Sconclusionati.

I mediocri Aborti delle Nostre Belle Speranze.

E le Decadi sempre più Veloci.

Le Foreste.

Appena Sufficienti.

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s