Eco.

Oggi, non mi piaci neanche un po’.

Rimango comunque scontroso.

Sarà per via del sesso che non smetti mai di diffondere.

Mi si accende dentro.

Troppo umiliante sarebbe tornare indietro.

Ora dovrei scavare per trovare quell’intenzione.

Anche se la mia schiena rimpiange le tue unghie.

Non mi arrenderò al desiderio.

Perché ora non sei più Tu.

La complicità lentamente degenera.

E crea un buco fra di Noi.

Toglie tutte le forze necessarie per saltarlo.

Il debole Eco dei miei perché.

Non raggiunge mai il tuo sentire per davvero.

Mi accantoni.

Vai oltre la Morte se necessario.

E non mi rimpiangi veramente.

Forse è tutta scena.

Si vede che ho esagerato nel pretendere.

Da un Eden troppo fragile.

Da un incredibile bisogno d’affetto.

Da una mancanza di complicità.

Dalla Principessa che credevo fossi.

Dalle bugie che riuscivo a raccontarmi.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s