Equilibrio.

Il desiderio innato rimane in equilibrio.

Sfiora le sensazioni nervose ed insoddisfatte.

China il capo al cospetto di un tempo troppo lungo,

dove sorgono milioni di Dubbi.

Si tatua nella mente un senso di inadeguatezza.

La paura di non essere più in grado.

Di aver perso una parte di sé.

Riguadagno la mia dignità.

La prendo per i capelli.

La Percuoto.

Escono stelle ostili.

La rabbia il più delle volte, è indomabile.

Mi rallegro spesso, quando non ci sei.

E sono migliore di te nel mentire a me stesso.

Aspetto un cenno.

Uno sguardo fortuito.

Degli occhi, che mi facciano capire chi Sono davvero.

Colgo le Imperfezioni.

E ne faccio Tesoro.

Spesso dimentico quello che sto cercando.

Focalizzare si fa difficile.

Ti tratteggio ancora per un po’.

Non posso Non cancellarti mai.

Amianto, il colore con il quale ho scritto il tuo nome.

Lo farò arenare.

Lo pianterò in asso.

Reietto di se stesso.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s