Sabbia.

E quando smise di piovere,

ti avvicinasti.

Mi ricordavi l’oceano.

L’autunno era più aspro del solito.

I maglioni bucati.

Ci bastavano quelli.

Ci scaldavamo con gesti reciproci.

Dedicati a noi soltanto.

E i tuoi occhi.

Brillavano d’immenso.

Quel sorriso, che ogni giorno mi conquistava.

Sempre un po’.

Ti attorcigliavi fra le mie dita.

Non mi accorgevo di quanto tu fossi delicata.

I riflessi rimbalzavano nel tuo cuore.

Come schegge giocose.

Senza disprezzo.

Completamente prive di sabbia.

La quale non ho saputo trattenere.

Lei.

Si svegliava sempre fra le mie braccia.

Custodivo ogni domanda.

Ogni ciglia.

Lo spettacolo dei lineamenti.

E i capelli sciolti.

Come onde, su di me.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s