Addentrami.

Le dinamiche non sono più le stesse, dopo trent’anni.

Sei più presente di quanto avresti in realtà voluto.

Magicamente, mi confondi le prospettive.

Innalzi la polvere dell’infinito.

E saturi le mie giornate.

Non insegni mai come fai.

Lo nascondi nell’Ego.

Ti impossessi di ogni forma d’arte.

E poi, raggiri quanto di più raro c’è.

Non permetti alle zavorre di essere tali.

Non sbagli mai nell’esagerare.

E dipingi i perimetri della natura.

Mi permetteresti mai di essere nei tuoi panni?

Condividi come riesci ad esistere.

Nella somiglianza mi sproni.

Addentrami, ora che ci sei.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s